Problemi di salute degli uomini in Italia

Intervista Il Cerchio degli Uomini –
La Salute in Comune 2014

Problemi di salute degli uomini in Italia

Sotto il profilo medico, la salute degli italiani è buona, molte malattie come ad esempio quelle respiratori croniche e altre legate all’artrosi sono in diminuzione, altre malattie sono contrastate efficacemente con una maggiore ed efficace prevenzione, tuttavia se alcune malattie più tradizionali che non mettono a rischio la vita sono stabili o in diminuzione, altre sono in aumento.

Purtroppo malattie come tumori maligni, demenza senile e altre gravi come l’Alzheimer è in crescita, un fattore che ha diverse connessioni con le condizioni sociali avverse spesso legate alla crisi economica, e come ulteriore effetto collaterale sta producendo altre malattie legate alla salute psicologica, questo il quadro sintetico che possiamo apprendere dalle ultime statistiche nazionali.

La depressione legata alla crisi

Negli ultimi otto anni sono cresciute a ritmo sostenuto le patologie legate alla salute mentale, infatti, in questo periodo, è aumentato molto il consumo di psicofarmaci, specie nella fascia di età che va dai 40 ai 60 anni, per certi versi quella più colpita dalla crisi iniziata dal 2008, molti di questi casi hanno visto l’inizio di uno stato depressivo a causa della perdita di lavoro, o comunque problemi legati all’attività economica e imprenditoriale.

Una situazione che a quanto pare non ha molti sbocchi, considerando la congiuntura economica e le previsioni di medio termine, difficilmente la situazione potrà cambiare, al contrario invece potrebbe intensificarsi ulteriormente.

I giovani italiani a rischio

Saranno proprio i giovani italiani a pagare il prezzo più alto in termini di salute, che sempre più spesso iniziano a fumare e bere in età adolescenziale, con risvolti negativi per il futuro, pur contrastando il fenomeno con nuove leggi che vietano la vendita di alcol e sigarette ai minori, queste non sono efficaci nel contrastare questo fenomeno che sta diventando cronico.

I giovani tuttavia hanno un’ulteriore penalizzazione, sempre a causa della crisi l’accesso alle cure che prima erano pubbliche e gratuite, sono sempre meno quelle rese disponibili dalla Stato per via dei tagli strutturali che stanno facendo da almeno un decennio, questa situazione porterà le nuove generazioni a una condizione di salute sempre più precaria.

La sanità pubblica sempre meno disponibile

E’ in atto una situazione paradossale, dopo aver costruito per anni strutture ospedaliere pubbliche per l’assistenza sanitaria, oggi i governi europei le stanno tagliando a intere comunità, eliminando allo stesso tempo le prestazioni gratuite che diventano a pagamento, ovvio che in molti casi le persone rinunceranno alle cure, aumentando ulteriormente la precarietà della salute di molti italiani.

Da questa situazione gli uomini italiani dai 40 ai 60 anni che sono più soggetti alle cure, potrebbero non avere più l’assistenza sanitaria di cui hanno bisogno, con conseguenze per la salute devastanti.

Le previsioni della salute degli italiani

Tutt’altro che rosee le previsioni, lo stato di salute generale si sta deteriorando con rapidità, con la complicità di scelte politiche ed economiche molto discutibili, la sanità essendo un servizio vitale deve essere garantito a tutti, se questo viene meno, le conseguenze saranno disastrose, la salute degli italiani potrà solo peggiorare.

La sola possibilità che ha gli italiani per avere una salute buona, è quella di cambiare radicalmente stile di vita, passando a uno più virtuoso e salutare, eliminando gli eccessi e seguendo un’alimentazione sana e naturale, ma per questo occorre averne coscienza e cultura che purtroppo al momento gli italiani almeno in gran parte non hanno.